Analizzatore Multiplate®

Mulitplate Analyzer

Analizzatore Multiplate

 

Test di funzionalità piastrinica con la predittività migliore nella classe

  • Le piastrine giocano un ruolo di primo piano nell'emostasi fisiologica ma anche nello sviluppo di trombosi arteriosa (infarto miocardico e ictus) 
  • Il test di funzionalità piastrinica consente di analizzare i disordini di funzionalità piastrinica ereditari o acquisiti, sia nell'ambito degli esami di funzionalità piastrinica eseguiti per anestesia e terapia intensiva, sia nel monitoraggio di antagonisti di aggregazione piastrinica 
  • L'analizzatore Multiplate® è uno strumento facile da usare, che standardizza le prove di funzionalità piastrinica su piccole quantità di sangue intero 
  • Analizzatore a 5 canali con ampio menu di test marcati CE 
  • Oggetto di oltre 400 pubblicazioni e citato da diversi gruppi per la comprovata utilità nella personalizzazione di terapie antiaggreganti e nel miglioramento della gestione di complicanze emorragiche in sede di intervento chirurgico
Cliccando play si abbandona il sito www.cobas.roche.it per essere indirizzato ad un altro sito. Le informazioni contenute in questo sito potrebbero essere soggette a norme diverse da quelle vigenti in Italia.

 

Questa testimonianza di un cliente attesta il valore medico del test di funzionalità piastrinica con Multiplate al fine di personalizzare una terapia antipiastrinica per i pazienti sottoposti ad impianto di stent in sede di intervento chirurgico coronarico.

 

Analizzatore

  • Produttività elevata: 30 test/ora
  • Volume del campione: solo 300 μL di sangue intero per analisi
  • 5 posizioni diverse per la misurazione simultanea di diversi campioni / agonisti
  • Tempi di risposta rapidi: 10 minuti/test 
  • Rilevamento sensibile del segnale con una vasta gamma dinamica
  • Pipetta elettronica con programmi pipetta predefiniti per esami di routine

Principio del test

  • L’analizzatore Multiplate® fornisce una cuvetta monouso con un sensore duplicato
  • La tecnologia brevettata twin sensor (Multiple elettrodo Aggregometria (Multiple Electrode Aggregometry (MEA) ) offre risultati affidabili e controllo della qualità
  • Il test sul sangue intero elimina la necessità di preparazione del campione, mantenendo la matrice fisiologica naturale per la funzione piastrinica
  • Piccola quantità (300µL) di sangue intero richiesta per test, permettendo fino a 9 test per estrazione 
  • Dopo l’attivazione, le piastrine si aggregano sui sensori metallici e aumentano la resistenza elettrica.

Multiplate_test_principle_and_curve

Principio del test Multiplate

 

 

Menu completo di reagenti per test e controlli a marcatura CE

Prodotti Descrizione
ADPtest Attivazione piastrinica indotta dall’ADP sensibile al clopidogrel, al prasugrel e ad altri antagonisti del recettore dell’ADP
ASPItest Aggregazione dipendente dalla ciclo-ossigenasi (con utilizzo di acido arachidonico) sensibile all’Aspirina®, FANS e altri inibitori della ciclo-ossigenasi piastrinica
COLtest Aggregazione indotta da collagene
RISTOtest Aggregazione dipendente dal vWF e il GpIb (con utilizzo di ristocetina)
TRAPtest Stimolazione delle piastrine tramite il recettore della trombina (con utilizzo di TRAP-6), sensibili agli antagonisti del recettore IIbIIIa
Reagente Prostaglandina E1 Per la valutazione dell'ADPtest HS (High Sensitivity). Per la valutazione di controlli positivi (cioè anormali) dell'ADPtest
Reagente ASA  Inibitore della cicloossigenasi. L’aggiunta del reagente ASA al campione di sangue comporta la riduzione delle risposte di aggregazione nell’ASPItest e nel COLtest
Reagente antagonista GpIIb/IIIa Inibitore del recettore della GpIIb/IIIa. L’aggiunta a un campione di sangue comporta la forte riduzione dell’aggregazione nel TRAPtest
Provette di raccolta campione con irudina Anticoagulante per l’analisi della funzionalità piastrinica con concentrazioni fisiologiche di calcio
Controllo qualità Controllo della qualità del segnale elettrico nell’aggregometria ad impedenza basata sull’analisi di un materiale di controllo liquido artificiale

L’analizzatore Multiplate® offre i seguenti vantaggi:

Miglior predittività – per la personalizzazione della terapia antipiastrinica

  • Quasi il 20% dei pazienti non risponde adeguatamente al trattamento con clopidogrel
  • Questi pazienti presentano un rischio 5 – 10 volte maggiore di trombosi da stent, ictus e infarto del miocardio1-4 in seguito a interventi coronarici percutanei.
  • Altri farmaci più potenti agiscono in modo più consistente ma aumentano il rischio di sanguinamento e costano fino a 15 volte di più rispetto al clopidogrel generico
  • Sono disponibili evidenze che dimostrano che la terapia antipiastrinica guidata con Multiplate ha il potenziale di migliorare l’outcome clinico.6-8

Miglior predittività – per la stratificazione dei rischi di sanguinamento nelle procedure chirurgiche

  • In base alle analisi Multiplate® i pazienti con disfunzione piastrinica presentano un rischio aumentato di complicanze emorragiche intra e post-operatorie e / o necessità di trasfusioni
  • Multiplate può contribuire a migliorare la gestione emostatica nel paziente emorragico a seguito dell'intervento chirurgico, contribuendo così ad un risultato migliore e costi inferiori

Rilevamento di disordini piastrinici

  • La disfunzione piastrinica può indurre una tendenza transitoria o permanente al sanguinamento
  • Multiplate rileva disfunzione piastrinica e disturbi, oltre a determinare l'aggregazione piastrinica indotta da eparina nel sangue intero
  • Rileva tromboastenia Glanzmann, sindrome di Bernard-Soulier, difetti del recettore ADP e altri disturbi delle piastrine associati a sintomi clinicamente rilevanti

Risultati affidabili

  • Procedure e reagenti standardizzati e semplici con utilizzo di sangue intero
  • Di facile utilizzo, basso volume di campione per test
  • Vasto menù di test con marcatura CE per diverse applicazioni
  • Analizzatore a 5 canali con elevata produttività
  • Alta sensibilità e intervallo dinamico
  • Sensori gemelli per il controllo della qualità

Consenso medico

  • Oltre 400 pubblicazioni, articoli di consenso che fanno riferimento a Multiplate e linee guida per il test della funzionalità piastrinica
  • Nel documento di consenso “Working Group on High-On-Treatment-Platelet-Reactivity” è menzionato Multiplate®
  • Le linee guida cliniche consigliano test di funzione piastrinica in CABG e PCI nei pazienti trattati con clopidogrel
Referenze bibliografiche

1. Sibbing, D. et al. (2009). J Am Coll Cardiol. Mar 10; 53(10):849-56.

2. Sibbing, D. et al. (2010). Thromb Haemost. Jan; 103(1):151-9.

3. Schulz, S. et al. (2010). Am Heart J. Aug; 160(2):355-61.

4. Siller-Matula, J.M. et al. (2010). J Thromb Haemost. Feb; 8(2):351-9.

5. Bonello, L. et al. (2010). J Am Coll Cardiol. Sep 14; 56(12):919-33.

6. Siller-Matula, J.M. et al. (2013). Int J Cardiol. Sep 1; 167(5): 2018-2023.

7. Sibbing, D. et al. (2012). J Am Coll Cardiol. 59; E265.

8. Aradi et al. (2013). J Am Coll Cardiol. 61(10): E1922.

9. Ranucci, M. et al. (2011). Ann Thorac Surg. Jan; 91(1):123-9.

10. Weber, C.F. et al. (2012). Anesthesiology, Sep; 117(3):531-47.

11. Straub, N. et al. (2013). Thromb Haemost. Oct 24; 111(2).

Bonello, L., Tantry, U.S., Marcucci, R., et al. (2010). Consensus and future directions on the definition of high on-treatment platelet reactivity to adenosine diphosphate. J Am Coll Cardiol Sep 14;56(12):919-33.

Riepilogo:
In una recente valutazione di consenso sulla definizione di alta reattività piastrinica durante il trattamento (HPR) di ADP, il risultato degli studi collega l’HPR a eventi ischemici, basati sui cut-off derivati della curva ROC. La migliore previsione del rischio ischemico è stata associato con l'analizzatore Multiplate®, con un Odds ratio di 12,0, mentre gli studi che utilizzano altri metodi hanno dimostrato Odds ratio di soli 1,2-5,8.  

Sibbing, D., Braun, S., Morath, T. et al. (2009). Platelet reactivity after clopidogrel treatment assessed with point-of-care
analysis and early drug-eluting stent thrombosis. J Am Coll Cardiol (53), 849–56.

Riepilogo:
Questo studio prospettico ha valutato se la reattività piastrinica al clopidogrel, tramite aggregometria a impedenza (multiple electrode aggregometry, MEA, Multiplate®), sia correlata al rischio di trombosi precoce dello stent (ST). Con 1.608 pazienti CAD arruolati, candidati per PCI, questo studio è tra i più grandi condotti su questa tematica. L’end point primario dello studio è l’impianto di stenda 30 giorni. Prima della PCI, tutti i pazienti hanno ricevuto 600 mg di clopidogrel. Il campione di sangue è stato prelevato subito prima della procedura e testato con il Multiplate® ADPtest oltre le 2 ore dalla somministrazione di clopidogrel. Più del 20% dei pazienti, in base alle misurazioni Multiplate® (n = 323), sono stati definiti come low respondersa clopidogrel, utilizzando un valore di cut-off di 42 U.

Questo studio è stato descritto in un articolo su "www.theheart.org" dove Sibbing ha dichiarato: "Non possiamo dire se il test MEA sia migliore di altri test o no, ma siamo molto soddisfatti, e ne siamo convinti grazie ai risultati ottenuti dallo studio. Il test è sostenibile anche grazie al basso costo per test. Quando abbiamo iniziato questo studio, di prassi non misuravamo la reattività delle piastrine nel laboratorio di emodinamica, ma adesso, grazie ai risultati dello studio, la misuriamo di routine con questo dispositivo ".

Siller-Matula, J. M., Francesconi, M., Dechant, C., Jilma, B., Maurer, G., Delle-Karth, G., et al. (2013). Personalized antiplatelet treatment after percutaneous coronary intervention: The MADONNA study. International journal of cardiology, 167(5), 2018-2023

Riepilogo:
Lo studio MADONNA è uno studio prospettico non- randomizzato non-cieco su 798 pazienti sotto clopidogrel e sottoposti a PCI che confronta due coorti (trattamento su misura e non su misura) con follow-up ad un mese. I pazienti con trattamento non su misura (n = 395) hanno ricevuto solo una dose di carico di clopidogrel pari a 600 mg, almeno 2 ore prima della PCI. Nel gruppo di pazienti con trattamento su misura (n = 403) la reattività di clopidogrel è stata determinata più volte tramite ADPtest, utilizzando l'aggregometria a impedenza (MEA) e i non rispondenti (≥ 50 U) hanno ricevuto ripetute dosi di carico di clopidogrel o prasugrel. Lo studio MADONNA di Siller-Matula et al.2 potrebbe dimostrare che il trattamento anti-piastrinico su misura utilizzando Multiplate® si traduce in una migliore efficacia terapeutica, mantenendo il medesimo livello di sicurezza, rispetto al trattamento standard.

Weber, C.F., Görlinger, K., Meininger, D., Herrmann, E., Bingold, T., Moritz, A., Cohn, L.H., Zacharowski, K. (2012). Point-of-Care Testing: A Prospective, Randomized Clinical Trial of Efficacy in Coagulopathic Cardiac Surgery Patients. Anesthesiology. Sep 117(3), 531-547.

Riepilogo:
Questo studio mira a studiare l'efficacia della terapia emostatica guidata sia da analisi convenzionali di coagulazione (conta piastrinica, concentrazione di emoglobina, concentrazione di fibrinogeno, INR, aPTT) sia da test point-of-care (POC) tramite Rotem® e Multiplate® in pazienti coagulopatici sottoposti a cardiochirurgia complessa. In questo studio prospettico 100 pazienti con emorragia diffusa dopo inversione di eparina o aumento della perdita di sangue durante le prime 24 ore dall'intervento sono stati randomizzati nell gruppo di analisi tradizionali di laboratorio (N = 50) o nel gruppo guidato da POC (N = 50).
Algoritmi di terapia emostatica guidati dal test POC non solo hanno ridotto l'esposizione del paziente a prodotti ematici allogenici e diminuito il numero di unità trasfuse di eritrociti ma anche abbassato l’utilizzo plasma fresco congelato e concentrato piastrinico. Inoltre, l'algoritmo guidato da POC ha migliorato significativamente i risultati clinici e fornito vantaggi di costo significativi rispetto al trattamento standard.