Elecsys® HE4 - Proteina 4 dell'epididimo umano

Migliorare la cura per le pazienti affette da carcinoma ovarico

  • La proteina 4 dell'epididimo umano (HE4) è un biomarker che appare estremamente elevato nel carcinoma ovarico di origine epiteliale e si è dimostrato coinvolto nella proliferazione e nell'invasione cellulare nel cancro alle ovaie1-3
  • HE4 aumenta la sensibilità di CA125 nel rilevamento del carcinoma ovarico in pazienti che presentano una massa pelvica4
  • Tra le donne che presentano una massa pelvica, l'uso congiunto di HE4 e CA 125 utilizzando il ROMA (Risk of Ovarian Malignancy Algorithm) può migliorare la sensibilità e la specificità del rilevamento del carcinoma ovarico anche nello stadio I/II, rispetto al CA 125 da solo5-7
  • Inoltre, HE4 rappresenta il complemento di CA 125 nell'identificazione di pazienti con recidiva e progresso della malattia8-10
ROMA algorithm

Calcolo dei valori ROMA per le donne in pre e post-menopausa e delle soglie individuali per i test Elecsys per separare i pazienti a basso e ad alto rischio.

Elecsys® HE4 - Human epididymal protein 4

Algoritmo per il calcolo del rischio di malignità ovarica (ROMA - Risk of Ovarian Malignancy Algorithm) con Elecsys HE4 e CA 125 II

Accurata stratificazione delle donne con carcinoma ovarico epiteliale stadio I-IV:

  • 83.3 % correttamente classificate nel gruppo ad alto rischio
  • 75.6 % correttamente classificate nel gruppo a basso rischio
  • Valore predittivo positivo: 64.9 %
  • Valore predittivo negativo: 90 %
Elecsys HE4    
Durata del test 18 min.
Tipo di campione Siero raccolto mediante provette di campionamento standard o provette contenenti gel di separazione, plasma con Li-eparina, K2-EDTA e K3-EDTA
Volume del campione 10 µL

Limite di rilevazione*

LoD 15 pmol/L
Range di misura 15 - 1,500 pmol/L
Precisione intermedia  Analizzatore cobas e 411: 2.7 - 4.3 %
Moduli cobas e 601/e 602, E170: 2.6 - 3.4 %
Ripetibilità Analizzatore cobas e 411: 1.3 - 1.8 %
Moduli cobas e 601/e 602, E170: 1.5 - 1.9 %
Tracciabilità HE4 EIA di Fujirebio Diagnostics, Inc.

*LoD = Limit of Detection

Marker precoce con sensibilità incrementata a supporto della diagnosi del carcinoma ovarico epiteliale (EOC)

  • In quanto marker tumorale unico, l’HE4 ha la sensibilità più elevata (ad una specificità del 75 %) per la rilevazione dell’EOC, specialmente durante lo stadio asintomatico

Elevata discriminazione tra le masse ovariche benigne, le cisti e il carcinoma ovarico

  • La combinazione di HE4 e CA 125 mostra la massima precisione nella diagnosi differenziale tra pazienti con EOC rispetto a quelle con masse pelviche benigne

Migliore monitoraggio di progressione e recidiva di cancro ovarico

  • L’HE4 si correla allo stato di recidiva nelle donne con diagnosi di EOC ed è un marker più precoce per rilevare la recidiva rispetto al CA 125.

Risultati affidabili ed efficienti

  • Consistenza tra lotti e concordanza da lotto a lotto
    Menu completo dei marker tumorali disponibile su tutte le piattaforme cobas®

ROMA aumenta il valore diagnostico della misura combinata di HE4 e CA 125

  • I valori misurati di HE4 e CA 125 possono essere combinati in un algoritmo chiamato ROMA — che prende in considerazione lo stato menopausale della donna. Numerosi studi pubblicati mostrano che ROMA aiuta nel triage delle donne in pre e post-menopausa con sospetto di carcinoma ovarico Moore et al. (2009) hanno scoperto che l’algoritmo classificava correttamente il 94% delle donne affette da carcinoma ovarico epiteliale.1 Questa elevata precisione consente di classificare le donne in gruppi a basso rischio e ad alto rischio e quindi di migliorare diagnosi, trattamenti e risultati.

 

References

1. Moore, R.G. et al. (2012) Scientific Reports 4: 3574
2.Lu, R. et al. (2012) Biochem. Biophys. Res. Comm. 419: 274-280
3. Zhu, Y.-F. et al. (2013) Asian Pacific Journal of Tropical Medicine. 265-272
4. Moore, R.G. et al. (2008). Gynecol Oncol. 108, 402–408
5. Moore, R.G. et al. (2011) Obstet. Gynecol. 118: 280-288
6. Ortiz-Muñoz, B. et al. (2012) Tumor Biol. 35(7): 7249-58
7. Karlsen, M.A. et al. (2012). Gynecol Oncol. 127: 379-383
8. Schummer, M. et al. (2012) Gynecol. Oncol. 125: 65–69 
9. 
Allard, J. et al. (2008) J Clin Oncol. 26 (May 20 Suppl): abstract 5535 
10. 
Escudero, J.M. et al. (2014). Tumor Biol. 35 (Suppl 1): S1-S9